Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
15 dicembre 2020

Andrea Vannuccini si è scoperto chef: “Con Forium e Sapori trovata la passione”

Categoria: #foriumdalcomune

Quello per la cucina è un amore che è scoccato da poco per Andrea Vannuccini, 18 anni di Fucecchio, che recentemente ha acquisito la qualifica professionale di aiuto chef nell’ambito del corso Sapori, erogato dall’agenzia Forium di Santa Croce sull’Arno. Per #foriumdalcomune gli abbiamo chiesto di raccontare questa esperienza e su come può nascere una passione fino a poco prima mai esplosa.

Come avevi iniziato il tuo percorso scolastico superiore?

Ero partito seguendo i corsi per chimica dell’istituto “Carlo Cattaneo”. Ho ripetuto un anno, poi a metà di quello successivo di mi sono fermato perché avevo già deciso di puntare sui corsi di formazione professionale. Fu la scuola stessa a indirizzarmi all’Informagiovani a Fucecchio e all’epoca di corsi disponibili c’erano solo quelli per idraulico e aiuto chef.

Perché scegliesti proprio il secondo?

La passione per la cucina non l’avevo, mi è venuta solo strada facendo. La scelta fu perché pensai che in Italia la ristorazione è un settore importante e mi avrebbe potuto fornire un’opportunità maggiore per lavorare. Quindi iniziai questo percorso con un ragionamento di prospettiva. E poi, in casa, i miei genitori mi dissero chiaro e tondo che sarebbe stata l’ultima spiaggia.

Come hai preso questa nuova avventura?

Al primo anno non ero così felice di frequentare. Poi a un certo punto sono finite le materie di recupero delle competenze e sono iniziate quelle professionali. Questa è stata la svolta: il corso mi ha preso, ho scoperto la passione per la cucina e sono rimasto contento. La pratica mi ha preso molto, mi sono interessato e i docenti mi hanno seguito: avevano capito il mio problema, ovvero che non ero inizialmente stimolato. Alla fine mi sono divertito, ho imparato tante cose che non sapevo: non ero mai stato in una cucina prima di allora.

A seguire hai effettuato degli stage aziendali e poi l’esame. Come è andata?

Nell’ultimo anno ho fatto due stage all’Officina del Gusto a Fucecchio: mi sono trovato super bene, sono stati tutti gentilissimi e mi hanno anche insegnato molto. Stavo imparando già a scuola, ma lì ho appreso molte cose in più. Poi all’esame un po’ di ansia c’era, ma ero sicuro di me: i docenti e le tutor hanno dimostrato ampia disponibilità per qualsiasi problema, anche per ogni “cavolata”.

C’è qualcosa che ti piace di più fare in cucina?

Una cosa che mi ha preso molto è la pasta: fino a due anni fa non sapevo mettere nemmeno l’acqua a bollire. Ora mi applico molto sulla pasta fatta a mano e su come viene cotta. Provo molta soddisfazione per averla fatta io.

Come ti sei trovato durante il corso?

Quando ho iniziato conoscevo già un ragazzo che lo frequentava e altri di vista. Sono uno che mi mette un po’ a fare amicizia, però con loro è andata bene. All’inizio non capivo il ruolo del tutor, non mi entrava in testa cosa fosse. Il docente è sempre stato quello che solitamente dà le direttive nella scuola tradizionale; il tutor, invece, quando rimani indietro viene da te al banco, ti rispiega, si dimostra sempre disponibile, anche agli orari peggiori ti risponde ai messaggi. Insomma, è una figura primaria.

Come si è evoluta la tua vita?

Mi hanno chiamato nei weekend per lavorare dove facevo lo stage, ora c’è la questione Covid che frena e finché non si sblocca tutto è più difficile. Mi piacerebbe lavorare nella cucina, ma cerco di arrangiarmi e non rimanere mai fermo.

Hai suggerimenti per questo tipo di corsi?

Le materie professionali secondo me dovrebbero iniziare molto prima. Ok il recupero delle competenze, ma ci dovrebbe essere il modo di partire prima con la pratica. Comunque direi esperienza perfetta, è stata messa in mano una cucina a dei ragazzi che non c’erano mai entrati, i professori erano ferratissimi, per questo consiglierei molto la mia esperienza per chi ha meno voglia di studiare.