Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
28 febbraio 2019

Gianluca Papini: “Calzature, la formula del successo si tramanda ai giovani”

Categoria: #foriumdalcomune

Dalle materie prime al design, dalle tradizioni artigiane alla digitalizzazione: un distretto, quello pisano della calzatura, che punta sulla qualità e che investe sulle nuove generazioni. In questa intervista #foriumdalcomune nel parla con Gianluca Papini, 55 anni di Fucecchio (Firenze), direttore operativo di Toscana Manifatture: è lui il responsabile, a livello formativo, della manovia sperimentale di Poteco, il Polo Tecnologico Conciario di Santa Croce sull’Arno (Pisa), dove i giovani dei corsi gestiti da Forium (e non solo) si formano per diventare i lavoratori del settore del domani (o meglio dire, del futuro prossimo).

Il made in Italy è ancora una garanzia di qualità ed eleganza nel mondo per le calzature?

Siamo il primo produttore di calzature in Europa, e tra i primi 10 Paesi esportatori più importanti a livello mondiale.

Non è un caso che il Made in Italy continui ad attrarre l’attenzione delle grandi firme mondiali, che sono sempre più invogliate ad entrare a far parte dei cicli produttivi delle nostre eccellenze al fine di assicurare alle proprie produzioni un vantaggio competitivo senza paragoni.

E qual è il valore aggiunto del settore calzaturiero nel vostro distretto ?

La spiccata capacità competitiva della produzione nostrana è da ritrovare nel dinamismo insito degli imprenditori che nell’ambito della filiera puntano moltissimo a garantire materie prime, componenti, accessori, tecnologie e design all’avanguardia, rinnovando continuamente i procedimenti di fabbricazione tradizionali per incrementare la propria forza competitiva e che riescono a far valere la grandissima competenza nella lavorazione degli operatori calzaturieri programmando politiche formative di ricambi generazionali al fine di garantire all’industria della moda italiana un impareggiabile vantaggio tecnologico e stilistico, per rispondere anche agli standard sempre più esigenti delle più imponenti aziende di moda nel mondo.

Quali sono i punti di forza di Toscana Manifatture?

Rappresentiamo la filiera produttiva di distretto: crediamo fortemente in un futuro d’impresa all’insegna della sinergia e della competitività (togliere? Si dice competere poco dopo) per essere sempre al passo con i tempi e dare la possibilità alle aziende di competere con strumenti e conoscenze all’avanguardia. Vogliamo sensibilizzare i giovani a percepire le possibilità e i valori che si tramandano da generazioni, una volta rappresentati dall’arte e dalla tradizione, oggi anche inevitabilmente dalla tecnologia e digitalizzazione; questo insieme ad istituzioni, associazioni, enti ed istituti tecnici. Abbiamo pronto un progetto di un Centro di Futuro d’Impresa 4.0 con un’Academy che prepara i giovani ad acquisire nuove competenze ed entrare preparati nel mondo del lavoro. Da qui la mission: Competenti per Competere.

Che cosa possono imparare i giovani nella manovia sperimentale? 

Maestri artigiani e tecnici di produzione trasmettono le loro competenze al fine di far conoscere tutte le fasi di lavorazione ed i suoi componenti in ambito teorico pratico, poi in base alle singole attitudini i giovani vengono preparati in quelle mansioni per facilitare il loro futuro affiancamento lavorativo formativo in azienda. A fine percorso siamo in grado di capire davvero chi dimostra di avere le carte in regola per andare avanti ed essere presentato alle aziende.

Qual è oggi la possibilità per un giovane opportunamente formato di entrare a lavorare in questo settore?

Le statistiche ci dicono che il 90% dei partecipanti ai corsi di formazione sono collocati o almeno hanno la possibilità di far conoscere le loro qualità e il loro apprendimento. Direi che è indispensabile.

Per concludere, il mondo delle calzature, tra tecnica, moda, artigianato, secondo lei ha ancora un suo fascino?

È nel sistema moda che il nostro Paese sa essere una garanzia di qualità e di eccellenza senza paragoni, soprattutto oltreconfine. Noi viviamo in un distretto tradizionalmente impegnato nella valorizzazione delle capacità produttive delle filiere che ne sono all’origine. La filiera moda-pelle è un fiore all’occhiello della nostra economia e le calzature sono l’accessorio più ricercato ed ammirato in tutte le sue svariate sfumature e sicuramente… nel suo fascino.

CAMMINARE, iscrizioni in scadenza

Per i ragazzi che desiderano intraprendere una professione nel mondo delle calzature, un’opportunità offerta da FORIUM: è in partenza il corso di formazione Camminare, completamente gratuito, riservato a 15 minorenni. Le iscrizioni chiudono il 9 marzo 2019: tutte le info a questo link: https://bit.ly/2RL3klB