Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
30 dicembre 2017

Manuele, dall’economia aziendale alle pelle seguendo le orme del padre

Categoria: #foriumdalcomune

Una laurea in Economia Aziendale, per poi decidere di seguire le orme del padre in un settore che non conosceva: quello della lavorazione delle pelli. È per questo motivo che Manuele Martini, 26 anni di Santa Croce sull’Arno, si è rivolto a Forium e Poteco per apprendere il mestiere, rientrando tra i corsisti dell’edizione 2017 di ‘Certificapelle‘, finanziato con fondi europei e totalmente gratuito per i partecipanti. Lo abbiamo incontrato per raccontarci la sua esperienza e gli sviluppi che questo nuovo cammino formativo hanno portato alla sua vita.

Come sei venuto a conoscenza del corso?

Avevo letto la notizia sui giornali e poco prima me lo aveva detto mio padre di questa opportunità. Lui era informato perché è un rappresentante di pelli e gestisce un ufficio assieme a un socio, coi quali in questi anni si è unito anche mio fratello. Mi sono informato a settembre 2016 e sono stato selezionato a partecipare, con il via delle lezioni a febbraio 2017.

Quali esperienze avevi fatto precedentemente?

Ho conseguito la maturità scientifica ma a 19 anni non volevo entrare subito nel mondo del lavoro. Così mi sono iscritto alla Facoltà di Economia Aziendale e ho conseguito una laurea triennale. Poi ho avuto un paio di esperienze lavorative che mi hanno portato a prendere una scelta: quella di seguire le orme del padre. Non avevo però nessuna conoscenza sulla pelle e i trattamenti, così mi sono formato.

Come si è svolto ‘Certificapelle’?

È stato un corso strutturato molto bene, con varie materie come chimica conciaria dove ci hanno dato le nozioni di base. La disciplina più utile per me è stata tecnologia conciaria, con la spiegazione di tutto il procedimento da quando arriva grezza al momento della concia, della riconcia e della ridefinizione. In questo ambito abbiamo fatto tutto assieme al docente, step by step. Molto utile anche il fatto di aver seguito lezioni di sicurezza sul lavoro nelle quali ci è stato rilasciato un attestato. Le concerie richiedono queste competenze e qui ce le hanno fornite.

Poi come sono andate le cose?

Ho fatto un periodo di stage di un mese alla conceria Incas di Castelfranco di Sotto, nel magazzino delle pelli grezze. Dopo luglio, una volta superato con successo l’esame di fine corso, sono stato preso per due settimane sempre in azienda per poi iniziare un contratto semestrale da settembre, sempre nello stesso ambito.

Ti trovi bene in azienda?

Sì, volevo fare esperienza proprio nel settore del grezzo e sono nel posto giusto per farlo.

Consiglieresti il percorso formativo che hai fatto?

Sì, perché ti dà tutta una serie di infarinature che ti permettono di entrare in conceria e non sentirti spaesato. Sai già di cosa si parla. Se fossi entrato senza questo corso sarei stato più in difficoltà e meno al pezzo. Non ho rimproveri, mi è dispiaciuto solo che, a fronte di lezioni interessanti e utili, da parte di alcuni corsisti sia mancato un pizzico di attenzione in più.