Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
30 ottobre 2018

Matteo Moroni: “Trovato subito lavoro nel settore della pelle con un corso di Poteco e Forium

Categoria: #foriumdalcomune

Al primo anno di vita #foriumdalcomune ci ha raccontato tante storie a lieto fine di persone che si sono impegnate per ripartire a livello lavorativo, formandosi con i corsi gestiti da Forium. Con Matteo Moroni, 29 anni di Fucecchio (Firenze) non si fa eccezione (per fortuna, aggiungiamo): grazie al corso ‘LaPelle’ in cui Forium è partner del Polo Tecnologico Conciario di Santa Croce sull’Arno (Pisa) è riuscito in tempi rapidissimi non solo a prendere dimestichezza con un nuovo mestiere, ma anche a trovare un’azienda che avesse bisogno della sua ‘fresca’ professionalità.

Da che settore provenivi?

Avevo conseguito la maturità scientifica e a seguire sono entrato nel mondo del lavoro. Per anni sono stato nel settore elettrico in un’azienda di Fucecchio. Ho iniziato come elettricista e ho continuato come magazziniere. La ditta ha però chiuso e sono andato in disoccupazione. Bisognava ricominciare.

Chi ti ha detto dei corsi del tandem Forium/Poteco?

Un amico il quale aveva già fatto questa esperienza. Mi sono rivolto al Polo Tecnologico Conciario sapendo che, senza esperienza nel settore, c’era bisogno di formazione adeguata. Al test di selezione per il corso (gratuito e finanziato dalla Regione Toscana, ndr) eravamo in cinquanta per pochi posti disponibili. A mio avviso sono state le motivazioni e le storie emerse nei colloqui a determinare quelli che poi sono stati i corsisti ammessi.

Come lo hai vissuto il ritorno sui banchi di scuola?

Non ho provato fastidio. Si, un po’ mi ha fatto strano sedermi a un banco dopo dieci anni, ma ero conscio di dover fare un passo indietro per farne due avanti. Ho trovato parte delle lezioni molto interessanti, altre più noiose. Il clima del corso era disteso e tra i partecipanti abbiamo avuto rispetto reciproco in un cammino comune di crescita.

Lo stage ti è stato utile?

Ho avuto la possibilità di andare alla conceria Incas di Santa Croce sull’Arno, secondo me una delle ‘top 5’ del Comprensorio. Ho notato precisione e un alto livello di produzione, qualità impeccabile e, soprattutto, mi hanno insegnato davvero tanto. Sono stato in rifinizione pelli, in reparto a fare le pesate, le prove di spruzzo a mano, all’umido ai bottali delle conce. Questo mi ha permesso di avere il quadro di una parte del ciclo produttivo. Il rischio è sempre quello che ti mandino in un’azienda dove la necessità di forza lavoro va a discapito dello scopo formativo del tirocinio. Non è stato il mio caso.

Quanto ci hai messo a trovare lavoro?

Poco. Pochissimo. Non ci credevo nemmeno io. Ovviamente avevo buone aspettative, ma non pensavo che lo scorso settembre, poco prima dell’esame finale e la chiusura delle 900 ore di corso, mi potessero arrivare subito tre offerte di lavoro. Avevo iniziato a portare i curricula in giro, ma soprattutto le aziende hanno cercato in Forium e Poteco nominativi di persone adatte alla loro attività.

Alla fine cosa hai scelto?

Mi è piaciuta la proposta della conceria La Fortezza. Un’azienda giovane e dinamica, specializzata nel settore lusso.

Consiglieresti la tua esperienza?

Sicuramente. Novecento ore sono molte da sostenere ma forniscono un quadro generale e, nel tempo, anche le specificità utili per entrare nel mondo del lavoro fin da subito.

Lavoro, ok: ma le passioni?

Quelle restano. A proposito, mi aspettano all’allenamento. Vi devo salutare per infilarmi i guanti da portiere e difendere la porta de Le Botteghe nel calcio amatoriale… Qua non smetto!