Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
1 settembre 2020

PLGE, Maria Cristina Bevilacqua: “Rende gli alunni co-costruttori della loro educazione”

Categoria: Progetti Tags:

Iniziamo con la professoressa Maria Cristina Bevilacqua di Ceccano, in provincia di Frosinone, un giro di interviste ai docenti che si sono offerti per testare la piattaforma online del progetto Erasmus + PLGE (sito https://plge.erasmus.site/), a cui ha partecipato anche l’agenzia formativa Forium di Santa Croce sull’Arno. Maria Cristina Bevilacqua nell’ultimo anno ha fatto parte delle equipe formative territoriali ma tornerà presto a insegnare inglese nel suo istituto professionale.

“Quando ho scoperto la possibilità offerta da PLGE – spiega Bevilacqua, mi sono interessata per due motivi: in primis come docente ma poi anche come formatore di docenti. Il mio obiettivo è infatti quello di voler presentare questa piattaforma ad altri colleghi, visto che è una piattaforma gratuita che può essere utilizzata da tutti. Ho scoperto questo progetto tramite Facebook: inizialmente ero un po’ ‘snob’ a riguardo ma poi ho capito che anche questo social offre una miniera di opportunità”.

La docente di Ceccano ha coinvolto due studenti nella sperimentazione seguendo il protocollo previsto, visionando i suggerimenti offerti dalla piattaforma e offrendo dei contributi per l’implementazione. “Credo fortemente negli alunni come co-costruttori della loro educazione – afferma – coinvolgerli nel processo e non solo nei prodotti per me è fondamentale”.

Uno strumento interessante, non vincolante, quello della piattaforma PLGE per Bevilacqua: “L’insegnante può adattarlo agli studenti sia in termini di tempistica che di contenuti. Il contatto con gli alunni, quasi una contrattazione, è importante per tutte le discipline, non solo quelle linguistiche”.

L’intervista completa è disponibile nel video sottostante.

Il sostegno della Commissione europea alla produzione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione del contenuto, che riflette esclusivamente il punto di vista degli autori, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l’uso che può essere fatto delle informazioni ivi contenute.