Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
15 maggio 2018

Anna Dotti: “Da drop out ad acconciatori di professione, ecco come fare”

Categoria: #foriumdalcomune

La vita e la professione l’hanno portata 18 anni fa a vivere da Roma a Santa Croce sull’Arno all’accademia di Gerri Santoro, dove si formano gli acconciatori del domani. Da alcuni anni però Anna Dotti, 47 anni, segue anche corsisti molto speciali, vale a dire gli under 18 di Forium che fanno parte di quei corsi dedicati ai cosiddetti ‘drop out’.

La sua esperienza in tal senso viene raccontata in questa intervista per il ciclo #foriumdalcomune.

Qual era la tua vita prima di spostarti in Toscana?

Ho un passato che viene da esperienze in salone, avevo lavorato a Roma in varie realtà per poi diventare responsabile di una di queste. A seguire sono entrata nell’azienda Matrix come consulente tecnico e da lì partita vocazione per l’insegnamento della professione. Questo è accaduto già 25 anni fa. Ho conosciuto Gerri Santoro che aveva aperto un’accademia a Santa Croce sull’Arno e così mi sono trasferita qui. Attualmente durante la settimana lavoro con i ragazzi, sia di Forium che dell’accademia, mentre domenica e lunedì ci rivolgiamo ai parrucchieri per i corsi più avanzati.

Come è mutata la tua professione negli anni?

Nell’ambiente dei parrucchieri si dà valore alle qualità e alla formazione delle persone: prima questo mestiere veniva visto come quello di chi non voleva andare più a scuola e sceglieva il lavoro, oggi è percepito come una professione di valore, un consulente per le persone che ci si affidano. Negli anni c’è stata una consapevolezza maggiore a livello personale: noi parrucchieri siamo rivolti alle persone singole, quando la moda è globalizzazione. Noi studiamo quello che sta bene per te, personalizzato, di qualità, non ci si improvvisa più, si studia.

Come giudichi la tua esperienza con i ‘drop out’ di Forium?

A livello personale mi sono trovata bene. Pesando i pro e i contro direi di lavorare in una realtà che mi piace. Quando ti si presenta un gruppo persone che ha difficoltà, con famiglie disagiate, o ragazzi allo sbaraglio, siamo pronti alla situazione e agiamo in maniera malleabile. Agiamo inizialmente sulla motivazione, insegnando le basi , poi si spinge sulla formazione e il fare vedere che al di fuori di questo c’è un mondo ancora più grande. Ho invitato i ragazzi a venire da noi la domenica e il lunedì con professionisti che hanno saloni anche da 30-35 anni, per capire cosa li aspetta un domani. Dobbiamo farli un po’ sognare: con questo lavoro puoi aprire un salone, puoi fare gli show, collaborazioni con fotografi, si possono aprire tante porte, avere relazioni con il pubblico e con le persone.

Qual è secondo te la soddisfazione maggiore?

La cosa più bella è vedere che questi ragazzi inizialmente non sanno tenere un pettine in mano e agli esami iniziano a fare taglio di capelli, con voglia e motivazione. Lo scoglio è la relazione con le persone: tutti possono saper fare una piega, ma conoscere la disciplina, la gerarchia del lavoro, la capacità di ascoltare che tante volte i giovani non hanno, è difficile. Ci sono corsisti che si sentono già grandi e devono accettare il dover fare certe cose anche quando non ti va.

Da quanto tempo Gerri Santoro e Forium portano avanti questa collaborazione?

Quello che abbiamo attualmente è il secondo gruppo di ragazzi di Forium, per un totale di quattro anni di collaborazione. È un impegno non indifferente perché ti trovi davanti ragazzi che talvolta alzano la voce, ma noi come Gerri Santoro siamo abituati: abbiamo collaborazioni con contesti in cui possiamo aiutare a dare a tutti una possibilità. Per esempio, noi collaboriamo anche con strutture carcerarie.

Ovviamente non sei sola in questa avventura.

Ho il dovere di citare Cristiano Bacci: si occupa della motivazione, del marketing, della comunicazione interna, di vendita e proposta, quando invece io mi occupo della parte pratica, del salone. Siamo due figure che si compensano a vicenda. Del team fa parte anche Marco Paolini il quale segue invece il taglio uomo.

Gli esami adesso sono alle porte…

Esatto. I ragazzi sono in stage fino a metà maggio e a fine maggio, il 28, hanno l’esame. Sono in tutto quattordici ragazze, che dopo sei mesi di teoria in Forium sono arrivate da Gerri Santoro.

E per il futuro?

I dati del corso precedente ci danno un ottimo riscontro in termini di placement e questo fa bene sperare. Lo so anche perché incontro continuamente gli ex corsisti, vedo che lavorano e vengono anche ai corsi specialistici.