Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
30 marzo 2018

Arianna Poli, la ‘cacciatrice di tirocini’: “Ecco come aiuto i ragazzi a trovare la loro strada”

Categoria: #foriumdalcomune

Le occasioni lavorative che arrivano di corsi promossi da Forium e i tirocini nelle aziende non arrivano per caso. Sicuramente un bella fetta del merito è legata alla presenza di figure professionali capaci di saper individuare le migliori imprese e avvicinare a esse le persone giuste. Questo ‘lavoro sporco’ viene portato avanti da marzo 2011 per conto della Forium di Santa Croce sull’Arno (Pisa) da Arianna Poli, 38 anni di San Miniato, specialista in formazione e orientamento, al contempo docente di sicurezza e diritto del lavoro.

Arianna, ci descriveresti il tuo ruolo in poche parole?

“Io trovo le aziende per gli stage dei ragazzi sfruttando una certa conoscenza del tessuto industriale circostante, soprattutto nei comparti della conceria e della chimica”.

Le aziende come vedono questa collaborazione con il mondo della formazione in generale?

“Negli ultimi anni le imprese si sono aperte maggiormente agli stage dimostrando minor diffidenza. Hanno visto i risultati e le persone che sono state inserite nel corso degli anni. Direi anche che sia migliorata la qualità delle figure professionali che mandi nelle aziende per fare esperienza, sempre più affidabili”.

E sul lato dei tirocinanti?

“Direi che i ragazzi dimostrano negli anni sempre più attenzione. Molte famiglie hanno subìto la perdita del lavoro di almeno un genitore ed è un trauma che a cascata ricade sui figli. Resta comunque una compagine di immaturi che non sfruttano le potenzialità reali che ci sono”.

Lei segue anche i cosiddetti ‘drop out’, ovvero i ragazzi che interrompono anzitempo gli studi delle scuole superiori.

“Nel caso degli adolescenti ‘drop out’ posso dire che rendono più in azienda che in aula. I ragazzi in genere si adeguano, si fanno guidare e sentono il bisogno di essere seguiti nel mondo del lavoro”.

Ci sono dei settori che hanno maggiori sbocchi professionali?

“Quello promosso da Forium e senza dubbio un canale favorevole specialmente per conciario e chimico. I ragazzi che frequentano corsi per parrucchieri, se li istruisci e li inserisci bene, anche se dopo lo stage non ottengono un’assunzione capiscono il lavoro e trovano la forza di rivendersi”.

Ha una storia recente da proporci della sua vita professionale?

In un corso professionale per idraulico avevamo un ragazzino che in aula una peste. Poi grazie a noi ha trovato un lavoro come apprendista, ha dimostrar di essere capace e bravo, è cambiato radicalmente, si è responsabilizzato e motivato acquisendo sicurezza. In due anni lo abbiamo visto cambiare e compiere una vera maturazione. Trovare quel che ti piace nella vita è la chiave del tutto, avere la stima del titolare e piena fiducia nella strada intrapresa“.

E a chi dice che nei tirocini “si fanno spesso le fotocopie”?

“Almeno da noi questo rischio non c’è. Tutti i nostri corsi sono molto pratici, chi lavora lo fa per davvero e anche tanto, magari non con ruoli di responsabilità ma viene richiesto un gran bel da fare. I ragazzi imparano lavorando e questo è importante“.