Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
15 giugno 2020

Il progetto Lido visto dalla Romania. Claudio Langa: “Esperienza positiva”

Categoria: #foriumdalcomune

L’agenzia formativa Forium di Santa Croce sull’Arno riesce a portare avanti i propri progetti europei legati all’ambito della comunicazione grazie a una serie di partner esteri che collaborano per ottenere lo stesso obiettivo. Uno di questi è l’Università di Pitești, città romena capoluogo del distretto di Argeș.
L’ateneo, assieme a Forium e altri, è stato il protagonista del progetto Lido per promuovere lo sviluppo della leadership tra gli insegnanti. Con loro anche l’istituto tecnico ‘Carlo Cattaneo’ di San Miniato (Pisa), Giunti O.S. Psychometrics Srl (Firenze), Colegiul Economic ‘Maria Teiuleanu’ (Romania), Spoleczna Akademia Nauk e Liceum AkademickieAkademickiego Centrum Edukacyjnego SAN w Lodzi (Polonia), Experimental High School of Mytilene of the University of the Aegean (Grecia) e 32 SU s izuchavane na chuzhdi ezici “Sv. Kliment Ohridski” di Sofia (Bulgaria).
Abbiamo chiesto di raccontare questa esperienza a Claudiu Langa, 43 anni, professore associato della Facoltà di Scienze dell’Educazione, Sociali e Psicologiche dell’Università di Pitești.

Qual è stato il ruolo della vostra università nel progetto Lido?

Il ruolo principale dell’Università di Pitești nel progetto Lido è stato quello di sviluppare il corso frontale per lo sviluppo della leadership negli insegnanti. Lo abbiamo strutturato in modo da fornire un quadro teorico per le attività di formazione e per lo studio individuale degli studenti: esercizi, riflessioni e applicazioni, suggerimenti per ulteriori sviluppi della pratica di stampo “manageriale”. Il programma di formazione è stato supportato dal lavoro di gruppo interattivo, fornendo diapositive di riepilogo di PowerPoint che presentavano aree tematiche e informazioni generali a supporto delle sessioni frontali in aula. Abbiamo anche sperimentato tutti gli strumenti sviluppati nell’ambito del progetto. 

Come hanno reagito gli insegnanti romeni ai prodotti realizzati dai partner di Lido?

Il feedback fornito dagli insegnanti romeni che hanno completato lo strumento diagnostico online per la valutazione della leadership negli insegnanti è stato positivo, apprezzando la natura pragmatica dei casi di studio presentati per ciascun elemento.
Tutti i partecipanti apprezzano che le capacità di leadership possono essere utili nel processo di insegnamento e lo sviluppo di queste abilità nel quadro di un progetto è una grande opportunità.
Il feedback positivo sul corso frontale è motivato dal volume delle informazioni scientifiche adattate all’argomento, affrontato e reso didatticamente in modo logico, sequenziale, unitario; le spiegazioni e gli esempi forniti dai formatori che supportano l’informazione scientifica e i modelli teorici presentati; la capacità attrattiva dei corsi supportata dal coinvolgimento attivo dei partecipanti, stimolando le loro opinioni personali e una serie di argomenti; il completamento dei materiali e dei fogli di lavoro con presentazioni iconografiche. 
Le opinioni di coloro i quali hanno completato lo strumento di valutazione del corso online riconoscono la tempestività e l’adeguatezza di un programma di apprendimento misto rivolto agli adulti: una comprensione facilitata del contenuto di un corso presentato in una varietà di forme e contesti; l’utilizzo del modulo del forum ha consentito l’interazione tra i partecipanti, il che è utile per chiarire concetti, produttività di soluzioni a diversi temi di riflessione, dibattiti eccetera l’utilizzo della chat ha creato spazio per discussioni, espressione di opinioni, riflessioni, domande per i formatori e altro ancora. La necessità e il calendario delle attività svolte sulla piattaforma sono stati adattati alle possibilità e alle preferenze dei partecipanti alla formazione.

Qual è la sua opinione sui progetti europei e la loro importanza sullo sviluppo dell’educazione?

I progetti europei rappresentano un’opportunità molto importante per lo sviluppo della didattica. Sono stato coinvolto in 25 progetti con finanziamenti europei e nazionali che includevano una varietà di argomenti nel campo dell’istruzione. Grazie ai progetti europei siamo riusciti a conoscere altre culture, a vedere altri sistemi educativi e a promuovere la cooperazione internazionale nella ricerca e le reti accademiche internazionali. L’educazione degli adulti è stata un argomento affrontato in quasi tutti i progetti in cui sono stato coinvolto in collaborazione con altri accademici dell’Università di Pitești.

L’Italia sta vivendo un periodo di crisi conseguenza dell’emergenza Coronavirus. E la Romania? Qual è la tua esperienza sull’insegnamento di Google Meet o di altre piattaforme?

In Romania, la situazione creata dal Coronovirus è stata piuttosto difficile dal punto di vista del sistema educativo. La situazione appena si è palesata ha è rapidamente condotto a un apprendimento online sincrono, che inizialmente è stato affrontato da un lato con scetticismo dalla maggior parte degli insegnanti, dall’altro con entusiasmo e curiosità dalla maggior parte degli studenti. Ho usato principalmente Google Classroom, la piattaforma Zoom e Moodle. L’improvvisa transizione verso un altro modo di interazione educativa, senza che ci sia stata una precedente formazione, avrà effetti negativi a lungo termine, ma nel breve periodo e in una situazione di crisi, come quella in cui ci troviamo, sembra essere una soluzione corretta per garantire continuità e stabilità nel processo educativo.