Chiamaci al num.
+39 0571 360069

Sede: via del Bosco, 264/F
56029 Santa Croce sull'Arno (PI)
info@forium.it

certificazione accredia
30 settembre 2018

La bella storia di Teresa: “Da anni volevo lavorare nella calzatura, ci sono riuscita”

Categoria: #foriumdalcomune

La rubrica #foriumdalcomune riesce a raccontare tante belle storie della quotidianità di Forium, agenzia formativa di Santa Croce sull’Arno. Quelle più emozionanti sono sicuramente le testimonianze di chi ha scelto di mettersi in gioco per trovare di nuovo un lavoro, riuscendoci. Se poi questo accade addirittura prima di ottenere il diploma di qualifica professionale, chapeaux.

Nel caso specifico parliamo di Teresa Bevilacqua di Santa Croce sull’Arno, 46 anni, corsista del corso ‘La Calzatura‘ che, dopo lo stage, è stata subito assunta.

Ecco di seguito le sue parole per raccontare la sua esperienza tramite il nostro sito.

Come sei arrivata a Forium e al suo corso di formazione professionale?

Ero in disoccupazione e venivo da dieci anni di lavoro stagionale in altri settori. La Camera del Lavoro mi ha fatto sapere di questa opportunità di formazione e mi sono incuriosita. Dopo tutto, erano anni che guardavo con interesse al settore della moda ma non ero mai riuscita a metterci un piede: ogni proposta di lavoro richiedeva esperienza. Così ho deciso di farmela anche io…

Cosa ti sta dando questo corso?

Dallo scorso gennaio a oggi ho imparato tanto. Durante le lezioni ho fatto pratica, mi sono studiato tutto il percorso di manovia dalla tomaia alla suola, ma soprattutto mi è piaciuto molto imparare a cucire la scarpa con il suo macchinario apposito.

Dallo stage al lavoro, un passo brevissimo. Come hai fatto?

Ho fatto il tirocinio al calzaturificio ‘Freeland’ de Le Botteghe, nel comune di Fucecchio. Lì producono calzature di brand importanti e quindi non mi hanno messo a cucire, dove appunto stavo prendendo mano e passione. Inizialmente mi sono occupata della pulizia della scarpa e di altre mansioni. Da lunedì 3 settembre sono stata presa a lavorare lì con un contratto e adesso mi occupo dell’allacciatura. Mi trovo benissimo, qui mi hanno dato una bella opportunità e mi hanno insegnato cose nuove.

Come è stata vissuta nella tua famiglia questa esperienza?

La mattina uno dei miei due figli, 24enne, mi augurava sempre “buona scuola” e io rispondevo “buon lavoro”. Era curioso, considerato che anche l’altro figlio e mio marito lavorano a loro volta.

Al corso invece come ti trovi?

Novecento ore in totale sono molte, lo ammetto, ma in generale sto vivendo una bella esperienza e i docenti sono davvero in gamba. L’età dei corsisti varia dai 19 anni agli Over 50, ma ci siamo trovati tutti bene nonostante le differenze anagrafiche.

Hai dei consigli da dare a chi ci legge alla luce della tua esperienza?

Il mio consiglio è quello di non fermarsi al primo lavoro e di formarsi. A chi ha voglia di lavorare viene data una grossa mano da questo tipo di corsi. Dopo i 40 anni è difficile andare avanti stipulando contratti ogni settimana o 15 giorni. In generale vedo che manca la voglia di buttarsi nella cosa che piace. Io invece invito chiunque a investire in formazione nell’ambito che più ti piace. L’importante è trovare gli stimoli in un mondo del lavoro dove purtroppo spesso mancano le occasioni per fare quell’esperienza tanto richiesta.